Anna Fontana

Con la stessa delicatezza con cui era apparsa a Borgo Trento, nel silenzio ed inaspettatamente Anna Fontana si allontanata da noi. Ci ha lasciato con la discrezione e lo stile con cui era vissuta, senza creare problemi ad alcuno. Lei i problemi era abituata ad affrontarli con la concretezza, la forza e la pazienza che possiedono le persone semplici, dotate però di quella vista particolare che ne ha chiara la soluzione migliore sapendo mettere al primo posto il rispetto della persona e la sua sensibilità.

Dopo una vita di lavoro nel campo sociale, l’abbiamo vista spendere nel nostro quartiere in età matura, i suoi talenti arricchiti dall’esperienza: nell’associazione Solidarietà (assistenza ed ospitalità a soggetti in difficoltà) dove ha ricoperto per diversi anni anche la carica di Presidente – tra i primi ad aderire e collaborare nelle iniziative promosse prima dal gruppo “Anziano e Quartiere” divenuto poi “Abitare Borgo Trento” – nel servizio di mensa presso l Casa di Carità presso la Società S. Vincenzo di via Prato Santo. Per tanto tempo l’abbiamo vista puntuale alle celebrazioni giornaliere della S. Messa dove con fede convinta il suo fisico minuto attingeva la forza materiale e morale necessarie ad assolvere gli impegni di carità che assumeva. Non ha fatto in tempo a passare le consegne: è stata capace però di lasciarci il suo esempio se vorremo e sapremo portare avanti la sua opera

Condividi questo post