Marmolada Il seracco di ghiaccio crollato

Un boato e, subito dopo, il rumore del ghiaccio e delle pietre che vengono giù dalla montagna. Un enorme seracco si è staccato dalla Marmolada, la Regina delle Dolomiti al confine tra il Trentino e il Veneto, uccidendo almeno sei alpinisti e ferendone molti altri, almeno nove, di cui due in modo grave.

Condividi questo post

La lettera ai veronesi e la citazione di Guardini

In apertura la fa precedere da una citazione del Vangelo di Matteo: «Neppure si mette vino nuovo in otri vecchi, altrimenti gli otri scoppiano e così si versa il vino e si perdono gli otri. Ma il vino nuovo si mette in otri nuovi, così si conservano entrambi» (Mt 9,17).Pompili rivolge un cenno al suo predecessore «mons. Zenti, che abbraccio con gratitudine»,

Condividi questo post

Verona era già l’«urbs picta» «Diventi capitale dei murales»

Verona urbs picta, città dipinta. Se in passato Verona si era aggiudicata questa qualifica grazie all’enorme patrimonio di pitture murali, sia in interno sia in esterno, oggi c’è chi vorrebbe riportarla in auge. In chiave contemporanea. Con grandi murales colorati ad adornare edifici vecchi e grigi. «Nel Cinquecento Verona era la città più rinomata d’Italia per i suoi affreschi: mi piacerebbe che tornasse a essere all’avanguardia», spiega Samuele Bassani, 24 anni, di San Michele Extra, che ha saputo trasformare i graffiti da una semplice passione a un vero e proprio lavoro.

Condividi questo post

Pompili vescovo a Verona: nomina a giorni

CHIESA Si avvicina la nomina del successore di monsignor Giuseppe Zenti, in carica dal 2007, che compiuti i 75 anni si è dimesso in marzo per raggiunti limiti di età
La scelta attesa già in settimana. Romano, 59 anni, dal 2015 guida la diocesi di Rieti Cresciuto nella Cei di Ruini e Bagnasco, è vicino al Papa. Sa mediare fra sensibilità diverse

Condividi questo post

Arriva alla sede di Rete! verso mezzanotte, in via Faccio 25, in Basso Acquar, a piedi,

Arriva alla sede di Rete! verso mezzanotte, in via Faccio 25, in Basso Acquar, a piedi, partendo dal centro storico. C’è una marea umana in maglia gialla che lo attende per festeggiarlo. Ma il primo abbraccio, commosso, è per la sua famiglia, per la moglie Chiara Pigozzi e per i sei figli. Sono loro i primi a stringersi a Damiano Tommasi, 48 anni, nuovo sindaco di Verona. E lui, ex calciatore, si fa largo con dribbling e spallette regolari tra la calca

Condividi questo post

Sboarina e Tommasi l’ultima «partita» sui progetti per la città

Il confronto durato 90 minuti inizia con le inevitabili metafore calcistiche. Federico Sboarina, sindaco uscente e candidato del centrodestra, confessa che lo chiamavano Swarovski «perché mi rompevo spesso». Ma i cinque anni da sindaco, aggiunge, «con i due e mezzo di pandemia sono stati una vera fatica». Damiano Tommasi, candidato della coalizione Rete! di centrosinistra, non si scompone quando gli chiedono un giudizio sulla partita elettorale.

Condividi questo post

«Ma non indico una preferenza I candidati entrambi cattolici»

L’INTERVISTA Zenti: «Ingerenza? No. Mi esprimo sulle questioni pastorali guardando al retroterra delle coalizioni»
«Ma non indico una preferenza I candidati entrambi cattolici»
«Ho scritto ai preti su alcuni temi del momento. E il primo è la famiglia, non alterata da forme di gender. Penso anche alla promozione della scuola cattolica e all’accoglienza dei migranti»

Condividi questo post

«Cari preti, ecco i valori che orientano le scelte»

Dall’accoglienza degli stranieri alla famiglia «voluta da Dio», alla scuola cattolica, all’inclusione. I valori cui si richiama il vescovo Giuseppe Zenti sono contenuti in una lettera al clero diocesano che inizia con un ricordo del suo predecessore padre Flavio Roberto Carraro e poi si sofferma sulle elezioni amministrative.

Condividi questo post