Marc Chagall

 

In programma, mercoledì 13 Aprile, Marc Chagall con alcuni dei suoi dipinti più significativi splendidamente illustrati da Claudia Petrucci, docente d’arte presso l’Universita’ del Tempo Libero di Verona.
Pittore ammirato che ha lavorato tantissimo nella sua lunga esistenza e le cui opere parlano in modo affascinante della sua vita con l’inevitabile carico di ricordi, spesso drammatici e di emozioni che nei suoi soggetti pittorici diventano simboli surreali legati ai suoi affetti, alla sua cultura religiosa ed alla sua infanzia trascorsa a Vitebsk, cittadina della Lituania, dove era nato nel1887.
Una vita contrassegnata dalla necessità di sfuggire alla persecuzione per le sue origini ebraiche, alla ricerca di luoghi nuovi, che diventano fonte da cui attingere ispirazione per la sua pittura, che via via si libera dei toni cupi e tristi, per acquistare nuove atmosfere con intensità di colore straordinarie. Sempre affiorano i ricordi del passato sublimati dalla nostalgia, ma nuove esperienze di vita, come l’incontro con Bella, che sposa nel 1923, portano nella sua produzione una ventata di gioia e di leggerezza, che hanno il potere di trascinare l’ osservatore in un” mondo alla rovescia” come suggeriva il titolo di una mostra allestita a Verona qualche anno fa.

 

 

Condividi questo post