ARSENALE, SI RIAPRE IL TEMA DELLA BONIFICA

DISPOSTI ULTERIORI CONTROLLI SU FALDA E PRESENZA DI METALLI PESANTI NEL TERRENO
Pubblicato in 18 Agosto 2021

Ecco uno dei soliti ripensamenti dell’amministrazione, che prima annuncia che la situazione della bonifica dell’Arsenale è stata definita con un piano a prova di bomba, e poco dopo ritorna sui suoi passi. Con determina 3649 del 12 agosto 2021 sono stati disposti infatti ulteriori accertamenti sulla falda e sulla presenza di metalli pesanti nel terreno. Il che ha come logica conseguenza un aumento dei costi delle attività preliminari della bonifica; un prolungarsi del tempo in cui la principale area verde a servizio dei residenti della prima e della seconda Circoscrizione rimane transennata e off limits; un aumento dell’incertezza sugli effettivi costi e i tempi della bonifica che ancora non sono stati definiti da parte dell’amministrazione.

La determina rende noto che la conferenza dei servizi del 31 marzo 2021 ha ritenuto “necessario disporre ulteriori indagini geo ambientali sia dei terreni che della acque di falda, nello stesso ambito in cui si sono realizzati i piezometri”. Ai 37.892 euro più Iva spesi tra il febbraio e l’ottobre 2019 vanno ora quindi ad aggiungersi altri 35.025 euro oltre Iva, più una “opzione” del valore di ulteriori 9 mila più Iva per non meglio specificati servizi aggiuntivi.

Dopo tanti anni di annunci e rassicurazioni è tempo che questa amministrazione  fornisca ai cittadini tempi certi sulla riqualificazione dell’Arsenale , a cominciare da una rappresentazione veritiera di quelli che saranno i reali costi della bonifica, che si annunciano piuttosto alti, e soprattutto delle risorse effettivamente disponibili a realizzare la riqualificazione promessa. Abbiamo già visto che la vendita di Palazzo Verità non è così semplice ed immediata come aveva propagandato l’amministrazione. Non si tratta, come dice l’assessore Bassi, di essere ingegneri per capirlo. Basterebbe usare un po’ di buon senso, ciò che per lo più manca ai componenti di questa amministrazione tutta annunci e retromarce.

Condividi questo post