Sei in: Chi siamo » Attività del 2017 » Boccioni e il Futurismo

Boccioni e il Futurismo

Boccioni e il Futurismo

Di particolare interesse, oggi, l'incontro con Boccioni, il più importante protagonista, insieme con Balla del Futurismo e con alcuni dei suoi dipinti più rappresentativi. Relatrice la prof. Claudia Petrucci, la quale, nell'introdurre il discorso sul Movimento Futurista, nato nel 1909 con il Manifesto programmatico di Filippo Tommaso Marinetti, ha sottolineato che due sono i motivi in particolare che ci legano al pittore: la mostra al Mart di Rovereto nel centenario della sua morte avvenuta a Verona nel 1916 nei pressi del Chievo per una caduta da cavallo e la donazione alla nostra Biblioteca Civica da parte della sorella di una ricca produzione di suoi disegni e di diari utilissimi per capire i suoi interessi e la sua formazione.

I dipinti che la professoressa ci ha illustrato con ricchezza di spunti e di osservazioni ci hanno permesso di individuare e di capire meglio gli elementi che caratterizzano il Movimento, che ha coinvolto la pittura, la danza, la scrittura, il teatro, il cinema e l' architettura, l'abbigliamento e la vita quotidiana, la cui caratteristica è' quella di rappresentare il presente, un presente dell'inizio del '900 che coincide con un grosso cambiamento determinato dall'industrializzazione e da un clima di rinnovamento quasi febbrile. Le città' cambiano aspetto con le ciminiere che spiccano nel paesaggio insieme con i quartieri operai e con i primi condomini come si vede in "Officine a Porta Romana" composto dal pittore nel 1910. La sua pittura deve rappresentare il progresso e il movimento che si ottiene attraverso accorgimenti pittorici come il colore o la luce o con la scelta di particolari soggetti quali l'automobile o il cavallo spinti con lance e punte nella direzione della velocità. Affascinanti risultano le figure sia dell'uomo che dell'animale con la rappresentazione dei muscoli che si tendono e si contraggono in una spasmodica corsa verso l'ignoto.


Il sito è promosso dall'Associazione "Abitare Borgo Trento"- onlus ed è sostenuto - come progetto di solidarietà locale - dal Centro Servizi di Volontariato (CSV) di Verona.

Alcune immagini sono tratte da internet, se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'amministratore che provvederà alla loro rimozione.
I contenuti vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Questo sito non va dunque considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

facebook

Cookie Policy - Privacy Policy
12 Novembre 2009 BORGO TRENTO - Verona